Contatto:

antonella@chiocciolinacreativa.it



 

Addi Express o Prym Maxi - tutorial Scaldacollo per moto o motorino










Questo modello è nato dall'esigenza di fare uno scaldacollo a prova di motorino: è un doppio pannello di lana cucito, in modo da non far passare i malefici spifferi d'aria , proteggendo così interamente tutto il collo fino sotto le orecchie, dando modo di coprire anche il mento, quindi di proteggere tutta la parte che rimane scoperta dal casco. Ho usato la lana Merino Special Superwash, che è una lana abbastanza grossa, che si lavora velocemente e messa a doppio pannello è veramente coprente ma rimane morbida e non ingombrante. La particolarità di questo modello sta nel fatto che la cucitura che ho fatto per raddoppiare il pannello di lana (escluso il cannolè che rimane a un pannello solo) è fatta con il mulinetto stesso ed è il metodo che si usa per fare anche i bordi dei cappucci senza fare il cannolè

Occorrente:

  • Addi Express King Size a 46 aghi o macchina equivalente;
  • lana per ferri da 5 1/2,6 1/2, 100gr color blu notte Merino Special Superwash,
  • Uncinetto da 5

Esecuzione:

montare la lana sulla macchina per fare il tubolare e preparare 25 giri a maglia rasata per 14 cm, fermarsi e smagliare e rimagliare una maglia alla volta per fare il cannolè (ovvero la maglia a coste 1/1).

Ricominciare a girare la manovella per fare altri 60 giri di maglia rasata per 31 cm

Ora bisogna fare una operazione delicata: cucire la maglia doppiandola e usando per la cucitura direttamente la macchina. Per farlo, inserire delle graffette gommate lungo ogni maglia che si trova alla base del cannolè, diciamo per 10 maglie circa. Poi con ATTENZIONE agganciare la maglia segnata con la graffetta con la corrispondente maglia sul gancio e proseguire via via così per tutto il giro del telaio, avanzando con la manovella piano piano e aggiungendo le graffette lungo la base del cannolè per evidenziare le maglie da agganciare. La difficoltà sta nel fatto che c'è il rischio di non agganciare la maglia corrispondente lungo la stessa linea (quindi si potrebbe formare qualche piega), e inoltre c'è anche il rischio di saltare qualche maglia, con il risultato di trovarsi con dei buchi alla fine del giro perchè alcune maglie ormai non si possono più agganciare. Se dovesse succedere non è grave perchè tanto questa lavorazione risulterà all'interno dello scaldacollo, quindi non si nota dall'esterno. Certo, una volta girato il lavoro si vedono i buchi nella cucitura interna, ma è meglio tenersi i buchi piuttosto che rifare il lavoro.

Dunque siamo arrivati ad agganciare tutte le maglie avanzando via via con la manovella: in questo modo la macchina cuce la maglia e così ho ottenuto una bella maglia doppia che si è cucita da sola.

Fare anche un altro giro di maglia e poi inserire un filo ausiliario per sganciare la maglia dalla macchina.

Al solito , usando il filo usato per lavorazione del pannello, intrecciare le maglie con l'uncinetto grosso per chiudere il lavoro, inserendo una catenella tra una maglia e l'altra per dare morbidezza al bordo della cucitura, che deve far passare la testa.

 

torna all'indice dei lavori a maglia al mulinetto>>