Contatto:

antonella@chiocciolinacreativa.it



 

Tutorial per unire due mattonelle al telaio in modo invisibile










In questa pagina vorrei spiegare il mio modo di unire le mattonelle al telaio quadrato. Girando sul web si trovano vari sistemi, uno dei principali consiste nel circondare le mattonelline con l'uncinetto a catenella legando tra loro tutti gli occhielli. Però personalmente non mi piace molto, almeno non sempre, visto che, avendo fatto la fatica di trovare il sistema di togliere gli archetti tra un occhiello e l'altro, perchè mai dovrei andare a ricostruirli con l'uncinetto? Il mio sistema invece consiste essenzialmente nel rimontare le piastrelle sul telaio in modo da costruire letteralmente una striscia in più di unione tra le due, e questa è una tecnica che mi piace molto perchè si può anche giocare coi colori nell'unire le matonelle, ottenendo un effetto a quadretti o a strisce. In questo caso io ho delle mattonelle di due colori, quindi nell'indecisione su quale colore sceglire, ho unito i capi di lana dei due colori e così ho ottenuto una giunzione sfumata con il colore misto.

Occorrente:

 

1

2

3

4

5

6

7

8

9

Esecuzione:

Ecco in fig1 le due mattonelle da unire.

Bisogna preparae il telaio in modo opportuno: seguendo la foto 2, porre tre pioli in alto e tre in basso, la lunghezza tra loro deve essere la stessa di quella usata per fare le mattonelle, quindi in questo caso l'ho messa agli estremi del telaio.

Ora con il filo scelto per la giunzione, fare lo stesso numero di giri intorno ai pioli centrali, come avevamo fatto nelle mattonelle. Nel mio caso avevo fatto 5 giri, poichè ho usato il filo doppio, con tre giri vengono 6 capi intorno ai pioli, meglio uno in più che in meno (fig 3).

Ora bisogna rimontare le mattonelle sul telaio come nella foto 4, ovvero sfruttando i pioli che avevo lasciato liberi ed aggiungendone qualcuno in più per tenere più fermo il lavoro. Attenzione: le mattonele vanno montate dalla parte del rovescio, esattamente come quando le abbiamo fatte.

Bisogna cominciare a fare le legature: è bene cominciare con un cappietto sul filo in modo da sfruttarlo col primo punto asola. (fig 5 ). Mi raccomando però che il cappietto sia piccolino, non come nella foto, quel tanto che basta a far passare l'ago quando poi si farà il punto asola, altrimenti il cappietto diventa scomodo e non si può legare bene.

Passare ora l'ago sotto i capi di lana agganciando anche gli occhielli ai lati delle mattonelle (fig 6).

Infilare l'ago nel cappietto e fare così il primo punto asola (fig7). Tirare bene e per maggior sicurezza annodare il capo di lana rimasto libero attacato al cappietto con il capo di lana che passa nell'ago, coì il primo punto è bello fermo. Passare di nuovo come prima tra i due occhielli per fare un nuovo punto asola, poi fare i due punti asola a croce come si fa sempre per mattonelle. questo più he altro per non far vedere la differenza di punti una volta finito il lavoro.

Proseguire semplicemente così fino alla fine, con due punti asola messi in orizzontale ad unire gli occhielli delle due mattonelle, e gli altri due a croce per rifinire il lavoro fig (9).

Fermare tutti i fili annodando i capi di lana e passando i capi rimasti liberi all'interno degli incroci per farli sparire, sganciare il lavoro dal telaio, girarlo verso il dritto e ammirare l'opera: ecco fatta la giunzione invisibile!!

 

Ciao, alla prossima!!

Ultimo aggiornamento pagina : 02 Gennaio 2012

torna all'indice dei lavori al telaio>>